Di Luca Scutti

SCENDE LA NEVE

 

Si preannuncia

un’abbondante precipitazione nevosa,

i fogli bianchi saranno ricoperti di neve,

saranno carichi di neve,

la “cima” della mia penna sarà nevosa…

Questa meravigliosa colata

di vapore acqueo.

Poi a mano a mano riesce a congelare

qualsiasi lettera,

qualsiasi vocale,

qualsiasi consonante,

penna eterna,

penna perenne,

“quella” penna caduta dal Cielo.

L’inchiostro non si scioglie mai,

l’inchiostro “rosso” si fonde dentro i tuoi occhi,

neve “rossa” cade sopra i fogli di carta bianca…

La neve,

simbolo di candore,

simbolo di bianchezza,

si rifugia sempre dentro il silenzio,

non esiste altro silenzio,

solo la neve l’ha potuto creare,

questo suo silenzio è una creazione Divina,

quando scende giù,

tutto avviene nel silenzio…

Scende la neve,

la voce dell’aquila alle prime luci dell’alba,

i passi di un vecchio alle prime luci dell’alba,

un cane abbandonato corre alle prime luci dell’alba,

le mie scarpe da ginnastica affondando sopra il bagnoasciuga,

un bambino ride,

tutto avviene nel silenzio…

L’inchiostro non si scioglie mai,

l’inchiostro “rosso” si fonde dentro i tuoi occhi,

neve “rossa” cade sopra i fogli di carta bianca…

La neve appena scesa,

caduta,

ha un’anima,

visita la terra,

senza far rumore,

è il sogno che scende,

è il sogno che bacia la terra,

lieve,

sottile,

lento,

delicato,

soffice,

senza “toccare”,

ma riesce ugualmente ad “arrivare”,

un’anima che riesce a coprire i segreti della terra,

un’anima che riesce a coprire i Misteri della terra,

ti rallenta i battiti del cuore,

li modifica,

non “pesa”,

pesa meno dell’aria,

pesa meno del sole,

pesa meno della pioggia,

quanto pesa un fiocco di neve?

Quante vite viviamo?

Quante volte si muore?

Si dice che nel preciso istante della morte

tutti perdiamo 21 grammi di peso.

Nessuno escluso.

Ma quanto c’è in 21 grammi?

Quanto va perduto?

Quando li perdiamo quei 21 grammi?

Quanto se ne va con loro?

Quanto…si… guadagna?

21 grammi, il peso di cinque nichelini uno sull’altro.

Il peso di un colibrì, di una barretta di cioccolato.

Quanto valgono 21 grammi?

(tratto dal film 21 grammi)

La neve è un’anima bianca,

la neve è poesia,

la neve è musica,

la neve è purezza,

la neve è grazia Celestiale,

congela la terra,

la protegge,

congela il mio respiro,

congela il mio cuore,

mi veste di bianco,

vernicia di bianco il mio volto,

sotto quella “vernice” dormono le mie lacrime,

diventano Luce bianca fiorita,

diventano bellissime,

quando scendono sono fiocchi di neve,

come la neve si posano,

mi cadono addosso.

L’inchiostro non si scioglie mai,

l’inchiostro “rosso” si fonde dentro i tuoi occhi,

neve “rossa” cade sopra i fogli di carta bianca…

Scendono i fiocchi di neve,

scendono messaggi,

scendono regali,

li mandano gli angeli,

è tutto nuovo,

un nuovo giorno,

un nuovo anno,

un nuovo foglio di carta bianca da riempire,

la magia degli angeli,

la loro poesia scende dal Cielo,

la loro poesia scende dalle labbra di Dio,

hanno fermato il tempo,

sono immobile dentro il silenzio della neve…

“Yuko, hai trovato la strada”?

Il giovane si inginocchiò e disse:

“Meglio ancora, padre. Ho trovato la neve”.

(Maxence Fermine)

Silenzio dentro al silenzio,

la neve scende sopra il mio viso,

silenzio dentro al silenzio,

la neve scende sul mare,

silenzio dentro al silenzio,

la neve ricopre il mio sogno,

silenzio dentro al silenzio,

correvo sopra un manto di neve,

silenzio dentro al silenzio,

un angelo mi prese tra le sue braccia,

silenzio dentro al silenzio,

dentro al mio sogno nevicava,

silenzio dentro al silenzio,

l’angelo mi sorrideva:

“Hai visto? Vedi di nuovo la neve…”

Silenzio dentro al silenzio.

Cammino sopra la neve,

silenzio dentro al silenzio,

divento speciale nel camminare sopra la neve,

silenzio dentro al silenzio,

lascio sempre una traccia,

silenzio dentro al silenzio,

lascio sempre la mia impronta sopra la neve,

silenzio dentro al  silenzio,

la mia impronta dentro questi fogli bianchi di carta,

silenzio dentro al silenzio,

vedo tanti bambini, camminano insieme a me,

silenzio dentro al silenzio,

sono piccolo come un fiocco di neve,

silenzio dentro al silenzio.

Sono immobile dentro 

il silenzio della mia penna,

il mio foglio di carta bianco

come la neve,

sono immobile dentro

il silenzio della neve.

 

Vado a dormire,

non svegliatemi,

come Alice

nel paese delle meraviglie…

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche
Close
Back to top button