Di Luca Scutti

“NOI SIAMO LE RISPOSTE DELLE VOSTRE VITE”

 

Ho visto

come si possono usare le parole,

ho visto

come ci si può servire delle parole,

ho visto

i miei occhi,

possono tutto,

gli occhi hanno la forza,

gli occhi hanno la capacità,

gli occhi “reggono” “sopportano”,

gli occhi sono leciti e “illegali”,

gli occhi sono possibili e impossibili…

 

“Noi

siamo

le

risposte

delle

vostre vite”

 

Ho visto

quando non c’erano più le mie parole,

le ho viste

cadere giù per le “gradinate” dei mei occhi,

ho visto

sputare sopra la mia poesia,

lo “zero” camminava insieme all’inesistenza,

ma c’erano “loro”, 

i miei occhi…

 

Ho visto

persone nascere dentro i miei occhi,

ho visto

percorrere “strade” su “strade”,

“carreggiata” su “carreggiata”,

“tragitto su tragitto”,

“varchi su varchi”,

“solchi su solchi”,

“aperture su aperture”,

dagli occhi al cuore…

 

“Siamo

le

risposte

delle

vostre

vite”

 

Ho visto

occhi destinati ad altri occhi,

sono stati “spediti”, 

sono stati riservati,

ho visto

occhi raccontare le loro storie,

ho visto

occhi rivelare,

ho visto

narrare i loro amori,

ho visto

occhi parlare dei loro “viaggi”, 

ho visto

la loro gradazione,

ho visto

la loro “tinta” gocciolare,

ho visto

dentro di loro mutare colore,

ho visto

i bagliori della notte,

ho visto

gli albori dell’alba,

ho visto

sprazzi e lampi addosso al mio viso,

ho visto

l’esistenza umana dentro due occhi,

ho visto

la grandezza della vita dentro due occhi,

ho visto

il capolavoro di Dio dentro due occhi,

ho visto

davanti a loro belle persone,

ho visto

davanti a loro brutte persone,

ho visto

persone scappare,

ho visto 

persone nascondersi,

ho visto

occhi che non potevano

più nascondere la verità,

ho visto

occhi stanchi,

ho visto

occhi non sopportare più,

ho visto

occhi ricolmi di sangue,

ho visto

occhi precisi,

ho visto

l’esattezza e l’autenticità,

ho visto

occhi aprirsi la mattina

e volare nei pensieri di altri occhi,

li ho visti

aprirsi mentre diventavano grandi,

li ho visti

mentre si confidavano.

 

Li ho visti…

occhi chiudersi davanti al “bucato d’oro”

di un tramonto,

e restare rinchiusi dentro altri occhi,

li ho visti 

mentre si stringevano fra di loro,

li ho visti

mentre si custodivano fra di loro.

Li ho visti…

erano riusciti a penetrare,

li ho visti…

erano riusciti a “ferire”.

 

“Noi

siamo

le

risposte

delle

vostre

vite”

 

Ho visto

occhi illuminare il mare,

ho visto

la Luce,

si diffondeva,

ho visto

occhi illuminare la mia casa,

ho visto

tutto brillava mentre sentivo cantare gli angeli,

ho visto

occhi insegnarmi la “strada” da percorrere,

dove dovevo andare,

come dovevo “attraversare”,

come dovevo spostarmi,

cosa dovevo “conoscere”…

 

Ho visto

occhi come due “finestre”,

ho visto

due “aperture”,

c’era una “spaccatura”,

ti osservavo…

 

“Noi

siamo

le

risposte

delle

vostre

vite”

 

Ho visto

succedere,

ho visto 

accadere,

ho visto 

i sogni dentro i tuoi occhi,

avevo davanti a me la “visione”,

avevo davanti a me il delirio,

avevo davanti a me l’infanzia

“violata e profanata”,

avevo davanti a me la speranza,

avevo davanti a me lo splendore,

avevo davanti a me l’incanto…

 

Ho visto

baciare prima con gli occhi,

e poi baciare con le labbra,

ho visto

i tuoi occhi,

c’era la tua anima “bambina”,

giocava insieme a me,

mi rincorreva,

Dio quanto mi sorridevano,

Dio se mi hanno implorato.

Ho visto

i tuoi occhi,

due spade arroventate sotto il sole,

diventava tutto infiammabile,

diventava tutto rovente,

ho visto

i tuoi occhi,

ma quanto sono belli i tuoi occhi…

Ho visto 

i tuoi occhi e mi sono “perso”, 

ho lasciato i miei occhi ai tuoi occhi,

ho smarrito i miei occhi nei tuoi occhi,

ho visto

i tuoi occhi e mi sono “ritrovato”…

 

“Noi

siamo

le

risposte

delle

vostre

vite”

 

Ho visto

tante labbra e ho pensato

che sono per tutti,

ho visto 

“pochi” occhi e ho pensato

che non sono per tutti,

ho visto

gli occhi di una donna,

ma non ho visto

i suoi vestiti,

ho visto

gli occhi di una donna,

ma non ho visto

il suo “aspetto”,

ho visto

gli occhi di una donna,

è ho visto la sua vita,

ho visto

gli occhi di una donna

e ho visto 

una “porta”,

era la “porta” dell’anima:

sono entrato,

mi ha chiesto di sedermi,

mi ha chiesto se credevo in Dio,

mi ha chiesto di pregare insieme a “lei”,

mi ha chiesto di parlare di mio padre,

mi ha parlato di un fratello tanto amato,

ho visto

la sua “residenza”,

ho visto

la sua “sorgente”:

i suoi occhi.

Gli ho chiesto di “cambiare” il suo vestito,

gli ho chiesto se voleva un pettine sopra i suoi capelli,

gli ho chiesto di cambiare i suoi pensieri…

 

“Noi

siamo

le

risposte

delle

vostre

vite”

 

Ho visto

occhi senza una “punteggiatura”,

ho visto

occhi “sgrammaticati”,

ho visto

occhi insostenibili nel guardarli,

ho visto

occhi “affogare” dentro altri occhi,

ho visto

occhi che si sono “persi”,

ho visto

occhi pieni di un fottuto potere,

ho visto

gli occhi di una madre

vestiti di tutta la bellezza del mondo,

ho visto

gli occhi di mia madre,

mai nessuno mi guarderà come “lei”.

 

Ho visto

gli occhi di mio padre,

il giorno della sua ordinazione

a diacono permanente,

ho visto

Dio dentro i suoi occhi…

 

Penso con l’anima,

guardo con l’anima,

nulla possiedo…

La Contemplazione

è passata

sopra queste

pagine bianche.

La contemplazione

di due occhi

è la vita dell’anima…

 

Questa

sera

i

miei

occhi

hanno

scritto

per me.

 

“Noi siamo

le risposte

delle vostre vite

e vi abbiamo visto”.

 

 

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button