Di Luca Scutti

CHE SIA BENEDETTO:IL POSTO CHE NON C’E’

 

Che sia Benedetto questo spazio

di mare…

inchiostro “ROSSO” e fogli di carta bianca.

Quì è tutto protetto,

sono al riparo,

è il mio rifugio,

la tempesta l’osservo attraverso il vetro

quando lentamente si appanna,

la patina diventa sempre più grande,

poi non la vedo più…

Che sia Benedetto questo spazio

di “mare”…

inchiostro “ROSSO” e fogli di carta bianca.

Ho esplorato,

ho sognato,

ho scoperto:

Il posto che non c’è,

abbandonando porti sicuri,

catturato da un “vento” amico.

Ho un posto dove andare,

ho il sogno dentro le mie dita,

questo “mare” ogni giorno mi attraversa

il cuore…

Che sia Benedetto questo spazio

di “mare”…

inchiostro “ROSSO” e fogli di carta bianca.

Quando scende la notte

nel Cielo della mia stanza

brillano le Stelle,

brilla l’inchiostro “ROSSO”,

si riversa sopra il tavolo,

i fogli di carta bianca

sono uno specchio d’acqua.

L’uomo ha bisogno di un “posto”,

sicuro,

al riparo,

per salpare verso l’infinito:

Il posto che non c’è!

Le persone che mi vogliono bene,

le persone che mi amano,

le persone che mi vengono a trovare

le vedo arrivare attraverso il vetro,

le vedo arrivare dal “mare”

dentro questo spazio:

CHE SIANO BENEDETTE!

Che esistenza è senza un “posto”?

Quale sarebbe?

Come sarebbe?

Ogni uomo ha bisogno di un “posto”,

che rimanga sempre lì ad aspettarci,

che rimanga sempre lì ad accoglierci,

che rimanga sempre lì ad “abbracciarci”,

un “posto” caldo

dove l’anima brucia 

incamminandosi verso l’infinito di Dio…

Che sia Benedetto questo spazio

di “mare”…

inchiostro “ROSSO” e fogli di carta bianca.

Quanti “marinai” ho conosciuto,

quanti “marinai” si sono fermati,

quanti “marinai” non sapevano dove approdare:

Il posto che non c’è!

Ho conosciuto diversi “posti”,

bisognerebbe navigare tutti gli oceani del mondo,

scoprire tutti i posti,

il “mare” è la vita,

il “mare” insegna,

il “mare” inghiotte,

il “mare” uccide:

“Marinaio” tutto a posto”?

“Luca tutto a posto 

nel posto che non c’è”!

“Marinaio quanti “scogli” all’orizzonte”?

“Luca nessuno “scoglio”

all’orizzonte del posto che non c’è”!

“Marinaio non hai un porto?

Non hai una “riva”?

“No luca…”!

“Marinaio quì potrai trovare

il tuo riparo dalle tempeste,

“questo è un buco infinito”….

“LUCA

ANCHE

COL

VENTO

CONTRO…

DAI SALPIAMO”!

“Ti

riconoscerò

dentro

la

tempesta”…

 

Articoli Correlati

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche
Close
Back to top button